Educare ai social

La PiazzaEducare ai social
Vincenzo Staff pubblicato 1 anno fa

Se non ricordo male tempo fa si diceva quanto fosse importante educare al rapporto con il mondo social. Fa piacere riportare qui una riflessione di Evan Williams, ex ceo di Twitter.  Williams ha ammesso che “Twitter ha i sui aspetti negativi, compreso il fatto che attrae estremisti e persone che la utilizzano per insultare e offendere. “Pensavo che quando ad ognuno fosse stato possibile esprimersi liberamente e scambiare idee ed informazioni il mondo sarebbe diventato automaticamente un posto migliore. Mi sbagliavo”. Amara la sua riflessione anche su internet in generale. “E’ guasta”, prende atto l’ex Ceo di Twitter, spiegando di aver maturato questa convinzione già da diversi anni e che le cose vanno sempre più peggiorando. “E che sia guasta è sempre più evidente a tanta gente”.Nel corso di una conversazione con il NYT rileva poi come Facebook diffonde suicidi, pestaggi e omicidi in tempo reale mentre Twitter è diventato un covo di troll e di molestatori che appare impossibile fermare e le bufale – che siano diffuse per motivi economici o politici – dilagano.

Bisogna allora mettersi fuori gioco? Non credo proprio. Ma che questo universo digitale necessiti di un corredo educativo credo sia sotto gli occhi di tutti.

Condividi Questa Pagina!

Fai per commentare o votare